Note Legali

Questa pagina contiene informazioni importanti relative al sito web deliziecontadine.it , alla titolarità dei diritti di copyright. Si prega di leggere con attenzione le seguenti indicazioni.

Copyright © 2014, Delizie Contadine di Megale Dario

Tutti i diritti riservati. All rights reserved.

Ogni diritto sul presente lavoro è riservato ai sensi della normativa vigente.

Il contenuto di questo sito (tra cui, ma non solo, il testo, i logo, le icone, le immagini, le elaborazioni grafiche, i suoni, i programmi per elaboratore, le banche dati) così come il modo in cui i contenuti sono presentati e formati (layout grafico) sono di esclusiva proprietà di Delizie Contadine e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali a tutela del diritto d’autore.

Se, involontariamente, è stato pubblicato materiale soggetto a copyright o in violazione alle leggi vigenti, si prega gli utenti di comunicarlo via email all’indirizzo deliziecontadine@gmail.com , che si impegna a rimuovere immediatamente dai suoi archivi elettronici il materiale realizzato in violazione delle leggi sul diritto d’autore, non appena venga a conoscenza della violazione stessa.

In ottemperanza al D.Lgs. 196/2003, il sito web di deliziecontadine.it rispetta la tutela della privacy di chiunque scriva o interloquisca sotto qualsiasi forma con i webmaster fornendo informazioni personali. Le informazioni che gli utenti del sito riterranno di rendere pubbliche tramite i servizi e gli strumenti messi a disposizione degli stessi, saranno fornite dall’utente consapevolmente e seguendo il proprio volere, sollevando Delizie Contadine da qualsiasi violazione della succitata Legge. Delizie Contadine non è responsabile di URL (indirizzi) o contenuti che si trovino nell’area Commenti.

D.Lgs 3196/2003: Delizie Contadine di Megale Dario, comunica che i dati personali, forniti con la compilazione della scheda ”dati personali” o in qualsiasi altro modo, formano oggetto di trattamento ai sensi del D.Lgs. 196/2003.

Tali dati rimangono a disposizione del consumatore per la verifica, modificazione o cancellazione (entrando nella propria scheda personale) e per l’esercizio di ogni altro diritto previsto dagli artt. 7, 8, 9 D.Lgs. 30 Giugno 2003, n.196.

I dati sono inseriti in un archivio anagrafico clienti al momento del primo ordine o della registrazione, viene assegnato un codice identificativo e una password che deve essere conservata per le successive operazioni.

Con riferimento a tali dati, Delizie Contadine comunica che:

La raccolta e il trattamento dei dati del consumatore sono necessari qualora egli voglia fare un ordine di prodotti o per accedere a particolari servizi (in questo caso un rifiuto del consumatore renderebbe impossibile l’evasione dell’ordine o l’accesso al servizio), mentre è facoltativo in ogni altro caso.

I dati del consumatore verranno trattati in forma scritta e su supporto elettronico, telematico, magnetico e cartaceo; il loro trattamento avverrà in relazione alle esigenze contrattuali, comprese le operazioni di versamento, pagamento e recapito dei prodotti ordinati, per adempiere a obblighi previsti dalla legge o disposti dalle Autorità e, su esplicita autorizzazione, per fini di informazione commerciale e promozionale interattiva e per ricerche di mercato.

I dati del consumatore non saranno diffusi o comunicati a terzi, salvo che ai soggetti necessari o funzionali per lo svolgimento dell’attività contrattuale della Delizie Contadine : Istituti bancari per la gestione dei pagamenti e spedizionieri per il trasporto, nel luogo indicato dal consumatore, dei prodotti acquistati, terzi che forniscono attività e prestazioni necessarie all’esecuzione dei servizi che il consumatore avrà ritenuto di chiedere o autorizzare a Delizie Contadine.

I dati del consumatore, salvo sua disposizione contraria, saranno comunicati alla persona alla quale egli abbia deciso di mandare in dono uno più prodotti acquistati tramite Delizie Contadine, o di usare come suo recapito per la destinazione dei prodotti acquistati.
Tale comunicazione si rende opportuna al fine di non generare diffidenza nella persona che si trova ad essere destinataria di un pacco anonimo, quindi nella più completa trasparenza.

Titolare e responsabile del trattamento:

Delizie Contadine di Megale Dario
Via Trento n°2; 85025 Melfi (PZ)
e-mail: deliziecontadine@gmil.com

D.Lgs 30 Giugno 2003, n.196

Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti.

1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:

a) dell’origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L’interessato ha diritto di ottenere:
a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Esercizio dei diritti.

1. I diritti di cui all’articolo 7 sono esercitati con richiesta rivolta senza formalità al titolare o al responsabile, anche per il tramite di un incaricato, alla quale è fornito idoneo riscontro senza ritardo.

2. I diritti di cui all’articolo 7 non possono essere esercitati con richiesta al titolare o al responsabile o con ricorso ai sensi dell’articolo 145, se i trattamenti di dati personali sono effettuati:

a) in base alle disposizioni del decreto-legge 3 maggio 1991, n. 143, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 luglio 1991, n. 197, e successive modificazioni, in materia di riciclaggio;
b) in base alle disposizioni del decreto-legge 31 dicembre 1991, n. 419, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 febbraio 1992, n. 172, e successive modificazioni, in materia di sostegno alle vittime di richieste estorsive;
c) da Commissioni parlamentari d’inchiesta istituite ai sensi dell’articolo 82 della Costituzione;
d) da un soggetto pubblico, diverso dagli enti pubblici economici, in base ad espressa disposizione di legge, per esclusive finalità inerenti alla politica monetaria e valutaria, al sistema dei pagamenti, al controllo degli intermediari e dei mercati creditizi e finanziari, nonché alla tutela della loro stabilità;
e) ai sensi dell’articolo 24, comma 1, lettera f), limitatamente al periodo durante il quale potrebbe derivarne un pregiudizio effettivo e concreto per lo svolgimento delle investigazioni difensive o per l’esercizio del diritto in sede giudiziaria;
f) da fornitori di servizi di comunicazione elettronica accessibili al pubblico relativamente a comunicazioni telefoniche in entrata, salvo che possa derivarne un pregiudizio effettivo e concreto per lo svolgimento delle investigazioni difensive di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 397;
g) per ragioni di giustizia, presso uffici giudiziari di ogni ordine e grado o il Consiglio superiore della magistratura o altri organi di autogoverno o il Ministero della giustizia;
h) ai sensi dell’articolo 53, fermo restando quanto previsto dalla legge 1° aprile 1981, n. 121.

3. Il Garante, anche su segnalazione dell’interessato, nei casi di cui al comma 2, lettere a), b), d), e) ed f), provvede nei modi di cui agli articoli 157, 158 e 159 e, nei casi di cui alle lettere c), g) ed h) del medesimo comma, provvede nei modi di cui all’articolo 160.

4. L’esercizio dei diritti di cui all’articolo 7, quando non riguarda dati di carattere oggettivo, può avere luogo salvo che concerna la rettificazione o l’integrazione di dati personali di tipo valutativo, relativi a giudizi, opinioni o ad altri apprezzamenti di tipo soggettivo, nonché l’indicazione di condotte da tenersi o di decisioni in via di assunzione da parte del titolare del trattamento.
Modalità di esercizio.

1. La richiesta rivolta al titolare o al responsabile può essere trasmessa anche mediante lettera raccomandata, telefax o posta elettronica. Il Garante può individuare altro idoneo sistema in riferimento a nuove soluzioni tecnologiche. Quando riguarda l’esercizio dei diritti di cui all’articolo 7, commi 1 e 2, la richiesta può essere formulata anche oralmente e in tal caso è annotata sinteticamente a cura dell’incaricato o del responsabile.
2. Nell’esercizio dei diritti di cui all’articolo 7 l’interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche, enti, associazioni od organismi. L’interessato può, altresì, farsi assistere da una persona di fiducia.
3. I diritti di cui all’articolo 7 riferiti a dati personali concernenti persone decedute possono essere esercitati da chi ha un interesse proprio, o agisce a tutela dell’interessato o per ragioni familiari meritevoli di protezione.
4. L’identità dell’interessato è verificata sulla base di idonei elementi di valutazione, anche mediante atti o documenti disponibili o esibizione o allegazione di copia di un documento di riconoscimento. La persona che agisce per conto dell’interessato esibisce o allega copia della procura, ovvero della delega sottoscritta in presenza di un incaricato o sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di riconoscimento dell’interessato. Se l’interessato è una persona giuridica, un ente o un’associazione, la richiesta è avanzata dalla persona fisica legittimata in base ai rispettivi statuti od ordinamenti.
5. La richiesta di cui all’articolo 7, commi 1 e 2, è formulata liberamente e senza costrizioni e può essere rinnovata, salva l’esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni.